Interventi regionali per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile veneta Legge Regionale 57/1999

Interventi regionali per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile veneta Legge Regionale 57/1999
Beneficiari: Piccole e medie imprese aventi sede operativa nel territorio della Regaione del Veneto, che svolgano una delle attività previste dalla normativa e che rientrino in una delle seguenti tipologie:
a) Imprese individuali di cui sono titolari persone di età compresa tra i 18 ed i 35 anni compiuti.
b) Società, anche di tipo cooperativo, i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 anni ed i 35 anni compiuti ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno due terzi da persone di età compresa tra i 18 anni ed i 35 anni compiuti.

Sono ammesse le PMI operanti nei settori di seguito specificati:
a) Legge Regionale 18 gennaio 1999, n.1: PMI operanti nei seguenti settori: E38, G, H52.29, H53.20, I56, J59, J60.10, J60.20, J62, K66, L68, M69, M70, M71, M73, M74.20, M74.30, N77, N78, N79, N80, N81, N82, P85, R90.02, R92, R93, S95, S96.
b) Legge Regionale 24 dicembre 1999, n. 57: PMI operanti nei seguenti settori: I.55.20.5, J63.91, Q87, Q88, R90.03, R91;
c) Legge Regionale 9 febbraio 2001, n. 5: PMI operanti nei seguenti settori: C,D,E, F,H, J, M72, A01.61;
d) Legge Regionale 17 gennaio 2002, n.2: PMI artigiane di tutti i settori;
e) Legge Regionale 4 novembre 2002, n.33: PMI che gestiscono direttamente strutture turistiche.

Agevolazione: Consiste in:
a) un contributo in conto capitale pari al 15% del costo del progetto ammesso e realizzato;
b) un finanziamento bancario agevolato pari all’85% del costo del progetto ammesso e realizzato , mediante l’utilizzo di due quote paritarie di provvista: una quota pari al 42,5% di fondi regionali a tasso zero  e una quota pari al 42,5% a tasso convenzionato.
Agli interventi del fondo si applica il regime “de minimis”.
Interventi: Il finanziamento agevolato può raggiungere il 100% dell’investimento ammissibile e quest’ultimo deve essere compreso tra Euro 20.000,00 ed Euro 100.000,00 di imponibile. Sono ammissibili le spese  (di importo unitario non inferiore ad Euro 100,00) purchè non ancora sostenute al momento della presentazione della domanda di contributo.
Condizioni:
  • I requisiti di beneficiario devono sussistere alla data di presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni e devono permanere per tutta la durata dell’operazione agevolata, a pena di revoca.
  • Le PMI devono essere in attività o attivarsi entro la richiesta di erogazione dell’agevolazione e devono essere finanziariamente ed economicamente sane.